Ouvir Música

Al Cospetto Della Regina Dei Fungí

Fiaba

a corte
sfinito e sgomento, Pauro con le vesti ormai logore e pregno di odori intensi, sfila legato in mezzo ad un esercito di rane, fino al trono di Gebbia, suscitando bizzarri interessi morbosi nel popolo dello stagno.
Una guardia(recitativo)
Non muoverti, fermo! Sua Maestà vuole vederti.
Cantastorie
Lenti muove i passi la regina,
storti, senza grazia di lumaca.
Annaspando, al fungo si avvicina.
Siede al trono del suo regno.
Roca la sua voce dice:
Gebbia
Sudditi! Felici siate,
questo è il regno delle rane;
amate, odiate, sia giusto tutto quel che fate!
Cantastorie
Curvo il prigioniero,con il volto
Cerca il giusto inchino fra le piante,
è un gigante per il mondo attorno,
anche chino è troppo grande.
Un brandello delle vesti
Copre appena le vergogne,
giunchi stretti a mò di gogne;
Pauro
Liberarsi non si può…
Cantastorie
L'acquitrino ha colorato
la sua pelle, a tratti verde.
I capelli come corde
Sulle spalle a gocciolare.
Rane guardano vogliose,
se lo vogliono leccare,
lingue dedite al salmastro
ma leccarlo non si può.
Se lo guarda la regina,
palmo a palmo se lo scruta,
vede, annusa l'animale
fato o dono degli dei.
Gebbia
Liberate l'animale dalle catene
se dopo sviene
di larve io voglio che sazio lui sia.
Vi dico trattatelo bene,
badate che non fugga via!

Editar playlist
Apagar playlist
tem certeza que deseja deletar esta playlist? sim não

Momentos

O melhor de 3 artistas combinados